Bientina – Carnevale della Valdera, un successo (Video)

Confermato il trend di crescita di un’istituzione nata nel 1939 , come il carnevale bientinese”. Pubblico delle grandi occasioni anche domenica 17 Febbraio, in occasione della seconda sfilata, per questo  abbiamo battezzato quello di Bientina: “il carnevale della Valdera”.
Famiglie al completo, dotate di nonne e nonni presenti al grande circuito di colori, arricchiti dai tradizionali ritmi tipici dell’evento, con la diffusione di due brani storici rieditati e attualizzati.
Se Viareggio sensibilizza  i suoi corsi, con il colore arancio a difesa della donna, Bientina si propone con attenzione nei confronti della pediatria di Pontedera. In questo servizio Audio-video, oltre alle immagini del corso mascherato anche un intervista al segretario intesa bientinese per il carnevale: Alfredo Nuti.

 

[youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=_VoCUHH-p7s&t=20s” width=”560″ height=”315″]

 

E’ iniziato il 10 febbraio, con la visita ai bambini del reparto di Pediatria dell’Ospedale “Lotti” di Pontedera, il Carnevale bientinese 2019. L’associazione organizza e gestisce dal 1939 l’ormai famoso e partecipato Carnevale. Quest’anno, novità assoluta, ha organizzato una significativa iniziativa sociale presso il reparto di Pediatria dell’Ospedale Lotti. Infatti una rappresentanza del Gruppo mascherato “I Bientinacci”, guidati dal Presidente Adriano Guidi e dal Segretario Alfredo Nuti, ha sfoggiato le bellissime maschere dei personaggi della favola “Alice nel Paese delle Meraviglie”. I nostri sono stati accolti dal Dr. Rufus il clown dell’AVIPP (Associazione Volontari per l’Infanzia Pediatria Pontedera) che ha accompagnato Alice, il Cappellaio Matto, lo Stregatto, la Regina Bianca, la Regina Rossa, Bianconiglio e altri personaggi nel reparto Pediatria dell’ospedale dove l’A.V.I.P.P. pratica e compie il suo divertente e benefico lavoro. La Delegazione del Carnevale Bientinese è stata accolta dal Primario del reparto Dott.Ugo Bottone e dalla Caposala Signora Alessandra Anichini i quali hanno ringraziato i graditi visitatori che hanno donato ai bimbi ricoverati regalini e sorrisi. (Da carnevale bientinese)

 

Menu