Il Giro si corre: la Provincia ha detto sì

“Ci sono i campioni, ma non ci sono le autorizzazioni”, questo il titolo che avevamo dato ad un precedente articolo pubblicato sabato a seguito della presentazione del Giro della Toscana e della polemica fatta scoppiare dal sindaco di Peccioli, Renzo Macelloni. Macelloni, senza mezzi termini, si era scagliato contro la provincia che ancora non aveva ancora confermato ufficialmente su quale versante del Monte Serra i ciclisti avrebbero dovuto salire. Il problema era sorto per via di un avvallamento sul percorso, potenzialmente pericoloso per i corridori, proprio sul versante di Buti, versante che secondo programma era di discesa.

A seguito delle protestate di Macelloni, degli organizzatori e del sindaco di Pontedera, Matteo Franconi, oggi, lunedì 16 settembre, si apprende la decisione della Provincia, cioè quella di lasciare immutato il tracciato. I ciclisti ascenderanno quindi dal versante di Calci per discendere poi da quello di Buti. Il punto pericoloso verosimilmente sarà segnalato a debita distanza ai corridori.

Menu