Il lato illegale del Carnevale

SAN MINIATO. In vista del Carnevale sono stati intensificati in tutta la provincia di Pisa i controlli sui prodotti non sicuri.

Nell’ambito di tali controlli, i finanzieri della Compagnia di San Miniato, hanno sequestrato cinquecento accessori e gadget carnevaleschi tra cui parrucche, maschere, cappelli e costumi di carnevale privi dei requisiti essenziali previsti dalla legge comunitaria e nazionale sulla sicurezza dei prodotti.

Presso un negozio gestito da una cittadina di etnia cinese sito in Castelfranco di Sotto, le Fiamme Gialle di San Miniato hanno riscontrato la presenza su vari scaffali di diversi prodotti, tra cui anche bombolette contenenti schiuma di carnevale e stelle filanti, tutti sprovvisti delle informazioni obbligatorie circa la corretta etichettatura alle quali molto spesso inconsapevoli consumatori non fanno caso.

Tra le merci sottoposte a sequestro, i militari hanno rinvenuto anche prodotti destinati ai bambini da considerarsi non idonei alla vendita in quanto privi del marchio CE nonché delle indicazioni in lingua italiana da apporre sulla confezione, come stabilito dalla normativa sulla sicurezza dei giocattoli. La guardia di Finanza ha sequestrato circa 500 prodotti pericolosi e con false indicazioni merceologiche.

Alla commerciante cinese, oltre al sequestro è stata comminata anche una sanzione amministrativa di 3.000 euro per non aver ottemperato a quanto disposto dall’art. 14 del Dlgs. n 54/2011.

L’attività di servizio svolta si inserisce nel più ampio dispositivo della Guardia di Finanza finalizzato alla salvaguardia della salute pubblica oltre che alla tutela dell’economia legale e degli imprenditori onesti.

La merce sequestrata

Category: Cronaca
Tags: , , , , ,
Menu