Servizi scolastici: si paga anche con lo smartphone

Il 2019 è l’anno della rivoluzione digitale per l’Unione Valdera e per i comuni che ne fanno parte. Sempre un passo avanti rispetto agli altri enti e in aderenza con il programma triennale per l’informatica dell’Agenzia per l’Italia Digitale e della programmazione relativa ai villaggi digitali di Regione Toscana, l’Unione Valdera ha concretizzato quest’anno l’attuazione dei progetti relativi all’identità digitale SPID e a PagoPA. E proprio PagoPA rappresenta il sistema standardizzato a livello nazionale per la gestione dei pagamenti verso la pubblica amministrazione, facilitando enormemente i metodi di pagamento dei cittadini.
Dopo l’esperienza con le sanzioni al codice della strada, in cui sono stati gestiti con l’infrastruttura circa 30.000 multe mediante modello standard PagoPA, i prossimi avvisi di pagamento, attinenti i servizi scolastici, tra cui asili nido pubblici, refezione e trasporto scolastico, saranno erogati mediante il sistema di pagamento PagoPA ed il cittadino avrà a disposizione tutti i metodi di pagamento, sia fisici che virtuali, previsti da questa soluzione.
Innanzitutto occorre sottolineare che agli utenti dei servizi scolastici, perverrà l’avviso di pagamento, esclusivamente in formato digitale, direttamente nella propria casella di posta elettronica dichiarata al momento dell’iscrizione al servizio, ed al cittadino sarà offerta una completa multicanalità di prestatori di servizi di pagamento, perché potrà saldare il proprio avviso mediante i più innovativi strumenti di pagamento disponibili, ovvero:
on line, dal proprio PC o Smartphone
esempio con carta di credito, PayPal, Satispay, o con il proprio home banking, (circuito CBILL o altro canale messo a disposizione della propria banca)
mediante sportelli fisici territoriali, sia esibendo tramite il proprio smartphone il Qrcode dell’avviso di pagamento, sia stampando il medesimo avviso, ed esponendolo presso:
uffici postali, SISAL, Lottomatica, Banca 5, Paytipper (qui PAGO), sportelli bancari abilitati compreso ATM (bancomat), grande distribuzione organizzata (GDO)
La digitalizzazione completa del processo di pagamento ed incasso, come sviluppata per le sanzioni al codice della strada e come si sta avviando per i servizi scolastici, sta iniziando a far emergere notevoli risparmi di gestione, sia da un punto di vista riconciliazione dei pagamenti, sia degli incassi, semplificando le attività degli uffici di back office, e riconoscendo al cittadino una parte dei diritti della cosidetta “cittadinanza digitale”, in particolare il diritto di effettuare pagamenti con modalità informatiche sancito dall’Art. 5 del Codice dell’Amministrazione Digitale.

Menu